AllergoTest – scopritelo con il nostro test allergolico rapido 

Presentate sintomi di allergia? Fate chiarezza con il nostro test allergologico rapido. Si tratta di un’analisi del sangue che permette di identificare la presenza di anticorpi contro gli allergeni che spesso determinano reazioni allergiche al naso, agli occhi e alle vie respiratorie.

PRESENTATE SINTOMI ALLERGICI?

Queste reazioni potrebbero indicare che soffrite di un'allergia. Nella vostra farmacia SUN STORE potete ora sottoporvi all'AllergoTest: Una goccia di sangue prelevata dal polpastrello è sufficiente per testare i dieci allergeni da inalazione più frequenti. Già dopo 20 minuti riceverete i risultati e una consulenza esaustiva da parte dei nostri esperti specialisti.

Per allergia o malattia allergica si intende una reazione eccessiva dell’organismo a sostanze estranee di per sé innocue. I sintomi si manifestano in genere subito o pochi minuti dopo il contatto con l’allergene:

  • Naso congestionato, che cola e dà prurito, starnuti
  • frequenti (attacchi di starnuto)
  • Occhi irritati, arrossati, gonfi o che bruciano
  • Eritemi della pelle (eczemi, orticaria)
  • Prurito e gonfiore della lingua e delle labbra.
  • Problemi respiratori (tosse, asma, affanno)

INFORMAZIONE SU ALLERGOTEST

L'AllergoTest costa CHF 69 e permette di identificare i seguenti allergeni:

  • Pollini (artemisia, betulla, frassino (pollini di ulivo), parietaria, fleolo)
  • Artemisia

    L’artemisia è una pianta perenne che può raggiungere fino 1 m di altezza. Dall’estate a metà autunno forma fiori minuscoli poco appariscenti. L’artemisia cresce di preferenza sui cigli delle strade e nei pressi di case diroccate. I soggetti allergici all’artemisia possono manifestare anche reazioni a vari alimenti (v. reazioni crociate).

    Betulla

    La betulla è un albero a fogliame caduco che può raggiungere i 25 m di altezza. La corteccia è liscia, di un bianco argenteo, e maculata di nero. Il periodo di fioritura dipende dalla temperatura (dai 15 °C). In genere dura da inizio marzo a fine maggio, mentre il periodo principale è in aprile. In Scandinavia e nelle regioni alpine la betulla è l’albero più diffuso. I soggetti allergici ai pollini di betulla possono manifestare reazioni anche ad altri alberi della stessa famiglia (ad esempio ontano e nocciolo) e agli alimenti.

    Frassino (polline di ulivo)

    Il frassino è un albero della famiglia delle oleacee. Il periodo di fioritura si verifica da marzo a fine maggio, quindi contemporaneamente alla fioritura della betulla. I soggetti allergici al frassino (pollini di ulivo) possono reagire anche agli alberi di ulivo, alla forsizia, al ligustro, al gelsomino e alla serenella in quanto si tratta di piante di famiglie molto affini.

    Parietaria

    La parietaria è una pianta perenne a forma allungata che raggiunge un’altezza dai 30 ai 100 cm. Le foglie sono ovali e lunghe dai 3 ai 12 cm. Questa pianta cresce soprattutto su muretti, tra pietre, cespugli e lungo le sponde dei fiumi. In numerosi paesi la parietaria fiorisce tutto l’anno, con picchi marcati da giugno a settembre. La parietaria è comune nel Mediterraneo e lungo le coste dell’Europa occidentale e si estende fino all’estremo nord dell’Inghilterra.

    Fleolo

    Il fleolo è una delle erbe più diffuse al mondo, usata comunemente nell’alimentazione del bestiame. In estate, durante la fioritura e quando produce pollini, cresce copioso nei campi, nei prati e sui cigli delle strade. Nei giorni ventosi i pollini del fleolo vengono trasportati nell’aria anche per vari chilometri. I soggetti allergici ai pollini di fleolo possono presentare reazioni.

  • Acaro della polvere
  • L’acaro della polvere (ovvero i suoi escrementi) è uno dei principali responsabili delle allergie. Gli acari provocano sintomi che si manifestano principalmente di notte o la mattina presto, e sono ad esempio rinite (naso che cola e pizzica), asma o naso congestionato. Gli acari sono, di dimensioni microscopiche (fino a 0,3 mm) e si trovano su letti, mobili imbottiti, tappeti e nella polvere domestica e sono attratti soprattutto da ambienti caldi e umidi. Gli allergeni effettivi sono gli escrementi dell’acaro.

  • Epitelio del cane e del gatto
  • La sensibilizzazione all’epitelio di cane o gatto è una delle principali cause delle malattie allergiche delle vie respiratorie. I principali sintomi sono naso che cola e pizzica, occhi che lacrimano e pizzicano nonché asma. Gli allergeni o l’epitelio di cane e gatto contengono determinate proteine che si attaccano ai peli degli animali. Esse provengono sia dalle squame della pelle che dalla saliva degli animali. Dato che le squame della pelle sono estremamente piccole e leggere, restano sospese nell’aria anche per ore. Nelle case con animali domestici la concentrazione di allergeni è molto alta. L’epitelio del cane e del gatto si attacca agli indumenti, alle imbottiture e ai tappeti e si trova anche nei luoghi privi di animali, ad esempio nelle scuole e sul posto di lavoro. Per questo motivo possono manifestarsi disturbi anche laddove gli animali non sono presenti. I soggetti allergici ai cani e ai gatti possono avere reazioni allergiche anche ad altri animali.

  • Muffe
  • L’alternaria alternata è una delle principali muffe responsabili di allergie e può provocare sintomi quali rinite (naso che cola e pizzica) e asma. Questo comune tipo di muffa è diffuso su numerose piante, alimenti, tessuti e spesso si trova anche sull’acqua di condensa dei telai delle finestre. Le muffe sono comunque, sono presenti soprattutto all’aperto con temperature calde. Prediligono il suolo, il foraggio in silo, la legna umida, la composta, i nidi di uccelli e varie piante boschive.

  • Scarafaggio
  • Gli scarafaggi (ovvero i loro escrementi) sono spesso causa di asma e altri disturbi allergici in tutto il mondo. Sono molto diffusi numerosi tipi di scarafaggi: lo scarafaggio tedesco e quello americano si trovano soprattutto nei paesi industrializzati. Prediligono gli ambienti umidi e caldi e sono praticamente inesistenti nelle zone in altitudine a clima secco. Gli scarafaggi possono trasmettere anche agenti patogeni sugli alimenti.

Con l’assistenza specialistica di:

Vai al website Centro Allergie Svizzera

Flyer AllergoTest

CONSIGLIO ALLERGIA



  • Consultate le previsioni dei pollini (www.pollinieallergie.ch).
  • Durante la stagione dei pollini tenete chiuse porte e finestre e applicate una rete antipollini.
  • Non fate asciugare né arieggiare all’aperto la biancheria da letto: i pollini possono restare attaccati ai tessuti bagnati.
  • Di sera lavatevi i capelli per liberarli dai pollini.
  • Evitate di pettinarvi e cambiarvi in camera da letto per non introdurvi i pollini.
  • Evitate il fumo, poiché il tabacco è una sostanza irritante e può peggiorare ulteriormente i sintomi.
  • Portate gli occhiali da sole quando state all’aria aperta. Gli occhiali tengono lontani dagli occhi parte dei pollini e proteggono le mucose oculari irritate.
  • Evitate gli alimenti che provocano reazioni se consumati, in quanto potrebbe trattarsi di una reazione incrociata.
  • Tenete l’appartamento e soprattutto la camera da letto quanto più possibile privi di polvere. La temperatura negli ambienti domestici non dovrebbesuperare i 21 °C, mentre dovrebbe essere mantenuta piùbassa in camera da letto.
  • Lavate la biancheria da letto ogni settimana.
  • Lavate cuscini e piumini una volta al mese a 60 °C oppure avvolgeteli, come anche il materasso, con una protezione antiacari (encasing).
  • Evitate scaffali aperti per libri, tappeti o tende pesanti.
  • Arieggiate tutti i locali dell’appartamento da due a tre volte al giorno per circa cinque minuti.
  • Gli acari della polvere non sopravvivono alle temperature basse, quindi mettete i peluche per 24 ore nel freezer e successivamente lavateli a 30–40 °C.
  • Non pettinatevi né cambiatevi in camera da letto. Gli acari si nutrono delle squame che si staccano dalla pelle.
  • Usate un aspirapolvere con filtro HEPA.
  • Se già soffrite di allergie alle vie respiratorie, prima di prendere in casa un animale con pelo si consiglia un’approfondita consultazione con il medico.
  • Lavatevi le mani dopo ogni contatto con l’animale e non permettetegli di avvicinarsi al viso.
  • Rimuovete i peli di animale con un rotolo adesivo e lavate gli indumenti.
  • Non fate entrare l’animale in camera da letto. Passate regolarmente l’aspirapolvere con filtro HEPA su tappeti, materassi e mobili imbottiti.
  • Assumete un medicinale a scopo preventivo (antistaminico) se fate visita a persone che hanno animali domestici.
  • Arieggiate tutti i locali dell’appartamento da due a tre volte al giorno per circa cinque minuti. Arieggiate o accendete il ventilatore dopo aver cucinato o fatto il bagno.
  • Non stendete ad asciugare il bucato in casa. Le muffe si annidano soprattutto nei locali come bagno, cantina, lavanderia e dietro i mobili. Fate lì controlli regolari. In presenza di muffe avvertite il locatore.
  • Rimuovete le muffe poco estese con detergenti domestici o specifici. La muffa molto estesa deve essere rimossa con procedure professionali.
  • Non tenete piante in casa in quanto spesso le piante in vaso e in idrocoltura sono fonte di muffe.
  • Eseguite una manutenzione corretta degli impianti di riscaldamento, aerazione e climatizzazione. La polvere domestica può contenere grandi quantità di spore delle muffe, pertanto passate regolarmente l’aspirapolvere.
  • Evitate i luoghi in cui si diffondono le muffe, ad esempio dove sono presenti mucchi di foglie, tronchi d’albero o vegetazione fitta.
  • Tagliate regolarmente l’erba del prato e raccogliete le foglie secche.
  • Dopo le vacanze, disfate borse e valigie con cura e controllate che tra i bagagli e le scarpe non si sia annidato qualche «passeggero clandestino» o nidi di uova.
  • Eliminate eventuali scarafaggi con un insetticida.
  • Riducete al minimo i luoghi che offrono rifugio agli scarafaggi, quindi eliminate crepe, fenditure, crepature e spazi vuoti ed evitate i ristagni d’acqua (ad esempio rubinetti gocciolanti).
  • In caso di infestazione in casa chiedete consulenza a professonisti e agite tempestivamente in quanto questi insetti si diffondono velocemente. Avvisate anche il proprietario o l’amministratore dello stabile in quanto spesso l’origine dell’infestazione è situata al di fuori dell’abitazione.

 ECCO COME FUNZIONE

Con ImmunoCAP® RAPID, un test rapido per le allergie, si esamina se nel sangue sono presenti gli anticorpi per combattere gli allergeni, spesso responsabili delle reazioni allergiche di naso, occhi e vie respiratorie.

Frase 1: con un’apposita lancetta viene punto il polpastrello.

Frase 2:  con l’aiuto di un dispositivo viene prelevata una piccola quantità di sangue.

Frase 3: il contenuto della provetta viene trasferito in una cassetta da test.

Frase 4: dopo 5 minuti, con l’aiuto di una pipetta, viene delicatamente prelevato il liquido ematico..

Frase 5: dopo soli 15 minuti è già possibile vedere i risultati sulla cassetta

Frase 6: se il risultato è positivo l’intensità di colore varierà da rosa chiaro a rosso scuro. Dopodiché i risultati del test vengono discussi con il farmacista.

Trovate la vostra farmacia

Prodotti per un cuore sano

Nel nostro shop online troverete oltre 30 000 prodotti per la salute e di bellezza. Per un cuore sano, raccomandiamo i seguenti prodotti:

I vantaggi di cui beneficiate nello shop online

Consegna

Consegna gratuita a partire da CHF 49.- ritiro gratuito in farmacia (Click & Collect)

Mezzi di pagamento

Pagamento tramite fattura, mastercard e cinque altri mezzi di pagamento

Prodotti

Oltre 30 000 prodotti per la salute e di bellezza